Wall Street e la legge morale

16/12/2016 | Recensioni

Un libro per voi. Trasmissione in onda su Radio Spazio 103 il 17 dicembre 2016 alle ore 15 e in replica alle ore 19.

Quello che viviamo è per molti un tempo insicuro e precario. Sempre più forte e da più parti si manifesta il bisogno di etica. Le antiche certezze giuridiche ed il ruolo del mercato, con la crisi in atto, presentano molte criticità e mettono allo scoperto vecchie e nuove questioni.

Di queste parleremo sabato 17 dicembre 2016 con l’autore del libro che vi presentiamo oggi:

Giovanni Piazza, Wall Street e la legge morale. Come e perchè l’economia non può fare a meno dell’etica – LINDAU Edizioni, 255 pagg., 19 euro.

Giovanni Piazza, docente di Storia e Filosofia e già autore di diversi saggi, con questo libro chiaro ed esauriente illustra il buon funzionamento di una economia basata su presupposti etici ed un sistema condiviso di valori. L’Autore mette in luce i numerosi problemi causati dalla società di mercato che incorpora tutto il reale, convertendolo in merce, utile e profitto.  A lungo l’economia è stata considerata  – come ricorda in un suo  libro Amartya Sen – una branca dell’etica, tanto che a Cambridge è stata insegnata fino a non molto tempo fa nel corso di Scienze morali.

Al contrario oggi molti professionisti ed imprenditori ritengono la dimensione etica al pari di uno strumento di ornamento.  Associata c’è la convinzione che una gestione sana ed onesta dell’impresa non sia efficiente e che occorra qualche   «strappo alle regole».

Come scrive l’Autore, si possono cominciare a porre le basi per una fondazione morale dell’economia, che abbia al suo centro l’attenzione per l’uomo e la cura dell’ambiente.